Migliori prestiti a confronto, top 5 finanziamenti del 2021, con dettagli e costi

Indice dei contenuti

Siamo alla ricerca di un prestito personale che soddisfi tutte le nostre esigenze e che ci permetta di realizzare il nostro sogno più grande?

In questo articolo andremo a parlare dei migliori cinque finanziamenti di questo 2021 che si possono trovare. Vedrai che dopo questo articolo riuscirai a capire il prestito personale giusto e che fa al caso tuo.

Continua a leggere per scegliere il prestito migliore.

Che cos’è un prestito personale?

Prima di scegliere il miglior prestito personale, dobbiamo capire che cosa sono effettivamente i prestiti personali e chi può richiederli.

Partiamo subito con il dire che cosa sono.

Il prestito personale è un tipo di contratto che viene stipulato nel momento in cui una persona ha bisogno di una liquidità immediata.

Questo tipo di contratto viene stipulato da un creditore, che può essere sia una banca che una società finanziaria e un debitore, ovvero colui che ha necessità dei soldi. Questo tipo di contratto viene fatto con il patto che il debitore restituisca tutta la somma di denaro, con una percentuale in più. Questa percentuale, appunto, sono le tasse.

La somma di denaro ovviamente, va restituita in un certo di lasso di tempo. Questo lasso di tempo viene deciso con il creditore al momento della stipula del contratto.

Parliamo di tasse: come riconoscerle?

Le tasse sono purtroppo la parte dolente del finanziamento. Non possiamo farne a meno e dobbiamo per forza pagarle. Queste tasse non sono decise dal creditore ma sono delle tasse imposte che tutti devono restituire. Dunque, le tasse possono essere sia fisse che variabili. Dipende un po’ dal tipo di prestito personale e dalla somma che stiamo andando a chiedere.

Queste tasse sono essenzialmente di tre tipi:

  1. TAE
  2. TAN
  3. TAEG

La prima tassa che dobbiamo prendere in considerazione quando andiamo a chiedere un prestito personale è il TAE. Il TAE è una tassa non nominata molto spesso ma che è comunque presente nel contratto. La sigla significa tasso annuo effettivo. 

Questo tasso ovviamente, è più alto del TAN perché è presente all’interno anche quella parte di interessi. Questa tassa viene decisa annualmente in base all’andamento dell’economia.

Abbiamo poi la seconda tassa che è appunto, il TAN. La sigla TAN significa tasso annuale nominale. Ciò implica pagare il tasso puro e questo tasso puro viene calcolato in base alla cifra che stiamo andando a richiedere per il prestito.

Per quanto riguarda la terza tassa parliamo di TAEG. Questo tipo di tassa è presente in tutti i contratti di prestito personale. Solitamente questa è la più alta di tutte e tre perché all’interno ci sono tutte le spese che dobbiamo sostenere al momento dell’apertura del contratto. La sigla TAEG significa quindi, tasso annuo effettivo globale.

Chi può richiedere un prestito personale?

Per richiedere un prestito personale devi aver compiuto almeno la maggiore età. Ci sono vari prestiti personali che si adattano a qualsiasi tipo di esigenza.

Ci sono ad esempio i prestiti per pensionati. Questo tipo di prestiti sono adatti per chi ha una pensione INPS e ha meno di 85 anni. Anche un pensionato, quindi, ha la possibilità di avere un prestito personale con la garanzia di avere sempre un tasso fisso, per tutta la durata del prestito. Oltre ad avere il tasso fisso può usufruire della cessione del quinto. Ovvero, pagherà le rate del prestito con solo 1/5 della sua pensione.

Ci sono poi, i prestiti personali che sono adatti per le giovani coppie. Sono quei tipi di prestiti che devono essere fatti prima dei 35 anni. Oppure sono adatti per i monogenitori con dei figli minorenni a carico. In questo caso si hanno dei tassi d’interesse più bassi o addirittura fissi, dei fondi di garanzia ed erogazioni del prestito fino all’80% del totale del valore della casa che si sta acquistando.

Molto spesso se ci si affida ad un garante, con la polizza fideiussoria ci si può permettere di richiedere il 100% del totale del valore della casa. La polizza fideiussoria consiste nel coinvolgere una terza persona, chiamata garante, che si occuperà di pagare il prestito al posto nostro in caso di bisogno.

Ovviamente, nemmeno a dirlo, è più agevolata una persona che al momento della richiesta di un prestito personale si presenta con una buona busta paga e possibilmente con un contratto a tempo indeterminato. Con queste premesse la richiesta di finanziamento si velocizzerà decisamente.

Non escludo però le persone che lavorano in proprio o con partita IVA perché, possono richiederlo anche loro un finanziamento. L’unica cosa è che avranno bisogno di presentare maggiori garanzie al momento della stipulazione del finanziamento.

Come riconoscere i cinque top finanziamenti del 2021?

Ora che abbiamo capito che cos’è un prestito, cosa sono le tasse e chi può richiederlo, concentriamoci su i migliori cinque finanziamenti del 2021.

I cinque migliori finanziamenti del 2021 ci dobbiamo essenzialmente basare su tutto ciò di cui ho parlato qui sopra. Il finanziamento giusto è quello che ci permette di ottenere una quantità di soldi abbastanza importante senza pagare tantissime tasse.

Vediamo un po’ quali. sono. Se scegliamo ad esempio di richiedere un prestito personale da 20.000 euro, dobbiamo considerare, come detto prima, le tasse.

  1. Prima società finanziaria: scegliamo un prestito da 20.000 euro e una rata da 390 euro. Ci troveremo a pagare un TAEG del 6.50% e un TAN del 6.30%. Con un totale dovuto di circa 23.400 euro.
  2. Seconda società finanziaria: prestito personale di 20.000 euro e una rata da 392 euro. Abbiamo un TAEG del 6.70% e un TAN del 6.50%. Per un totale dovuto di 23.520 euro.
  3. Terza società finanziaria: prestito personale da 20.000 euro e una rata da 394 euro. Il TAEG è del 7.10% e il TAN da 6.70%. Il totale dovuto è di 23.640 euro.
  4. Quarta società finanziaria: abbiamo un prestito personale da 20.000 euro con una rata da 395 euro. Il TAEG è del 7.30% e il TAN è del 7.10%. Il totale dovuto è di 23.700 euro.
  5. Infine, quinta e ultima società finanziaria: sempre prestito personale da 20.000 euro e una rata da 397 euro. Il TAEG è del 7.70% e il TAN è del 7%. Abbiamo un totale dovuto di 23.820 euro.

Mettendo in considerazione che le rate sono calcolate in base ad una durata di 5 anni, ovvero 60 rate, vediamo una piccola tabella riassuntiva per capire meglio.

PRESTITO IN € DURATA IN MESI IMPORTO RATA IN € TAEG IN % TAN IN % TOTALE DOVUTO IN €
20.000 € 5 ANNI (60 MESI) 390 € 6.50 % 6.30 % 23.400 €
20.000 € 5 ANNI (60 MESI) 392 € 6.70 % 6.50 % 23.520 €
20.000 € 5 ANNI (60 MESI) 394 € 7.10 % 6.70 % 23.640 €
20.000 € 5 ANNI (60 MESI) 395 € 7.30 % 7.10 % 23.700 €
20.000 € 5 ANNI (60 MESI) 397 € 7.70 % 7 % 23.820 €

Le conclusioni

Siamo quindi giunti alle conclusioni di questo articolo. Durante la lettura dell’articolo abbiamo capito che cos’è un prestito personale ma soprattutto, come riconoscere i migliori cinque finanziamenti del 2021.

Molto spesso non è semplice riconoscere subito il prestito più adatto alle nostre esigenze ma, una volta letto l’articolo sono sicura che i prestiti personali non avranno più segreti per te.

Come possiamo vedere dalla tabella qui sopra, ho voluto fare l’esempio su un prestito personale da 20.000 euro. Questo perché è una somma di denaro che è possibile richiedere anche senza l’aiuto di un garante o di un cointestatario.

Se vogliamo proprio citare, alla fine, le migliori banche e società finanziarie, posso fare il nome di: Agos, Findomestic, Santander, Fiditalia, Compass e infine Cofidis. Ovviamente, come dico sempre, questa è una lista casuale e non è assolutamente in ordine di importanza.

Un consiglio che posso dare è quello di scegliere, in base a ciò che hai letto, la società finanziaria o la banca che ti offre qualcosa di vantaggioso in base alle tue esigenze e in base a ciò che effettivamente puoi restituire. Meglio scegliere un finanziamento più lungo ma con rate decisamente più piccole.